Cvplus.it - Scrittura professionale curriculum

Scopri se e come il tuo CV è un “vicolo cieco”

Scopri se e come il tuo CV è un “vicolo cieco”

Ai tempi di internet, dei social e delle app, anche le abitudini e i gusti dei selezionatori cambiano. Ecco cosa succede oggi, e cosa è opportuno che tu faccia per aumentare la chance di essere contattato per la posizione che desideri.




Cominciamo con una domanda, anzi, La domanda: il tuo curriculum rimanda a qualche piattaforma esterna? Contiene link a qualche portfolio o profilo rilevante ai fini della tua immagine professionale?

Se la risposta è no, il tuo curriculum è un vicolo cieco e puoi trovarti in una situazione di svantaggio rispetto ai tuoi competitor.




I selezionatori, infatti, sono sempre più interessati ad approfondire e verificare le tue capacità e la tua “personalità professionale” attingendo dai quei siti specialisti in cui, più o meno tutti, siamo incappati o siamo registrati.

Non disperarti, perchè fortunamente è davvero facile risolvere questo problema. Comincia prima di tutto a fare un pensiero a Linkedin. Anche se dopo aver creato un profilo non sarai parte attiva della community, non è un problema. Ricorda: i selezionatori sono interessati a vedere che online ci sono informazioni pubbliche che confermano quanto riporti privatamente nel CV che gli hai inviato.




Avere un profilo Linkedin, inoltre, ti aiuterà a raccogliere e organizzare quelle informazioni extra sulla tua storia lavorativa che probabilmente non sei in grado di gestire nel CV tradizionale (link ad articoli, interviste, video, allegati vari come brochure, fotografie, paper, ecc.).

Una nota importante: quando creai il profilo su Linkedin, ricordati di attivare il “vanity URL”, quell’indirizzo che pulisce il link da caratteri “spazzatura” e lo abbellisce personalizzandolo col tuo nome. Per capirci, il mio vanity URL Linkedin è www.linkedin.com/in/paolofieni. Tutto chiaro ora?

Ma Linkedin non è l’unico strumento a cui puoi affidarti per trasformare il tuo “vecchio” curriculum da “vicolo cieco” a “hub”. Parla con colleghi e amici e vedrai che esiste certamente la piattaforma che può fare al caso tuo per mostrare al selezionatore che ci sei, e sai fare o hai fatto molto di più e molto meglio di quanto hai comunicato nel CV.

Qualunque sia la piattaforma a cui decidi di dedicare qualche attenzione (ne basta una e fatta bene), assicurati che il link sul curriculum sia ben in evidenza. I selezionatori, in prima battuta, leggono velocemente i CV e se questi contenuti non sono ben in evidenza rischiano di passare inosservati.

Cvplus.it - Scrittura professionale curriculum

Oltre a quanto detto fino ad ora, esiste un secondo vantaggio nel trasformare il tuo CV da “vicolo cieco” a “hub”: in questo modo dimostri di essere una persona che non ha paura della tecnologia, e che sa sfruttarla per portare vantaggio a se e alle organizzazioni con cui entra in contatto quando si candida.

Leave a Reply:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *