Farsi Capire. Recensione del libro di Annamaria Testa

copertina farsi capire anna maria testaAnnamaria Testa è una professionista nell’ambito della pubblicità e della comunicazione. Ha scritto diversi testi dedicati a questa tematica e anche il saggio in questione, come anche il titolo suggerisce, è stato concepito come una sorta di manuale per chi ha intenzione di comprendere cosa sia la comunicazione, ma soprattutto per chi desidera sapere come si comunica efficacemente. Continuare la lettura

Imparare da Coco Chanel

imparare da coco chanelTutti conoscono Chanel, ma in pochi sanno che dietro si cela la storia di una ragazza poverissima di nome Gabrielle. Prendere spunto da lei e dalla sua vita -se siete dei giovani creativi, in qualsiasi settore, con ambizione, determinazione, forza di volontà, creatività ed attenzione alle circostanze – può aiutare a realizzare grandi cose! Continuare la lettura

The Social Network: strategie di marketing e seeing first

the social network filmQuesto primo articolo dà il via ad una rubrica cinematografica, che si propone di fornire spunti di carriera (fittizia o meno) da cui l’utente possa trarre un qualche insegnamento o morale, in modo da riempire sempre più il bagaglio culturale necessario ad affrontare il complesso mondo del lavoro. Cominciamo con “The Social Network” Continuare la lettura

L’importanza della reputazione sul web nella ricerca attiva del lavoro

reputazione sul webCon l’avvento della tecnologia e il crescente utilizzo dei social network, anche la ricerca del lavoro si è adattata ai tempi moderni. Parliamo di reputazione sul web. Se una volta il curriculum vitae era in assoluto il biglietto da visita di un candidato in cerca di occupazione Continuare la lettura

Cercare lavoro sul web

trovare lavoro sul webTi sei mai chiesto quali sono gli strumenti più validi per cercare lavoro sul web? Prima della diffusione di internet, la ricerca di un impiego avveniva mediante agenzie di collocamento o interinali, inserzioni su giornali, bacheche, annunci sulle vetrine e con il passaparola. Questi mezzi si usano ancora, ma al momento, più di tutto, si ricorre al web. Continuare la lettura